50&Più Università Lucca

Notizie dell'anno 2019

28/11/2019 11:58

Spazio 50... Il nuovo portale per over50 by 50&Più Associazione

Nasce il nuovo portale per gli Over50 di 50&Più Associazione, per maggiori informazioni, tocca questo link...

http://www.spazio50.org

 

 

05/11/2019 16:16

Museo Lu.C.C.ArTS Hub- Art Therapy Social Hub

Lucca Center of Contemporary Art ha sviluppato un comparto dedicato al sociale: l’ ArTS Hub- Art Therapy Social HubL’obiettivo di questo nuovo contenitore è quello di relazionarsi con le associazioni del territorio e coinvolgere nelle attività le fasce più deboli per farle tornare protagoniste della vita sociale, per contrastare la solitudine e l’isolamento, per costruire nuovi legami e coltivare capacità artistiche e relazionali. 

Ci piacerebbe condividere con voi il le proposte del Lu.C.C.A dedicate alla Terza Età, che vi invitiamo a sperimentare.

Maggiori informazioni CLICCA QUI

27/09/2019 16:38

ICTUS Pochi secondi valgono una Vita!

 

Il primo appuntamento è per martedì 1° ottobre alle ore 15.30 a Lucca, all’interno del Palazzo Ducale

 

 

Ogni anno in Toscana circa diecimila persone sono colpite da ictus cerebrale, ma ancora di ictus si parla poco e male. Eppure, basterebbe essere in grado di capirne i primi segnali per riuscire ad evitare il peggio salvando la vita a chi ne è colpito, ma anche riducendo al massimo gli eventuali danni fisici.

È proprio per aumentare questa consapevolezza che la Fondazione Confcommercio Toscana Onlus organizza un ciclo di incontri informativi aperti a tutta la cittadinanza dal titolo “ICTUS: pochi minuti valgono una vita”, con il patrocinio della Regione Toscana in collaborazione con la sezione toscana dell’Associazione A.L.I.Ce. (Associazione per la Lotta all’Ictus Cerebrale), la Federazione regionale delle Misericordie della Toscana, la sezione toscana di Anpas (Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze) e il Comitato regionale della Croce Rossa.

Il primo appuntamento è per martedì 1° ottobre alle ore 15.30 a Lucca, all’interno del Palazzo Ducale, il secondo giovedì 17 ottobre alle ore 15 ad Arezzo nella sede della Confcommercio (in via XXV Aprile 12) e il terzo ed ultimo martedì 29 ottobre 2019 alle ore 10, in concomitanza con la Giornata Mondiale contro l’Ictus cerebrale, a Firenze nella sede della Nazione di viale Giovine Italia.

Il titolo dei tre incontri, presentati oggi (24 settembre 2019) in conferenza stampa a Firenze in Palazzo Strozzi Sacrati, è mutuato dall’omonima campagna istituzionale realizzata dalla Regione Toscana, che sarà illustrata ogni volta in apertura dall’assessore regionale al diritto alla salute Stefania Saccardi. “Il nostro obiettivo è assicurare alle persone a rischio la migliore prevenzione, la tempestività degli interventi di soccorso, le cure più moderne ed efficaci”, ha spiegato l’assessore Stefania Saccardi durante la conferenza stampa, alla quale hanno partecipato anche il presidente della Fondazione Confcommercio Toscana Onlus Antonio Fanucchi e il direttore di Confcommercio Toscana Franco Marinoni, “in Toscana esiste una forte e coordinata operatività, la Rete Ictus. Per le patologie per le quali il tempo è un fattore determinante, come appunto ictus, infarti, grandi traumi, la Regione Toscana ha istituito da oltre due anni le Reti cliniche, che hanno proprio l’obiettivo di migliorare qualità e sicurezza delle cure: intervenire in tempi brevi può essere determinante per salvare la vita dei pazienti e scongiurare gravi conseguenze. Il percorso inizia al momento del riconoscimento dei sintomi e della chiamata al 118. Questo è il punto di partenza cruciale su cui si fonda la campagna della Regione Toscana, alla quale ora si unisce l’iniziativa della Fondazione Confcommercio Toscana Onlus”.

“Se è vero che in certi casi l’ictus non si può evitare, è vero anche che si può fare molto per combatterlo e ridurne l’impatto”, ha detto il presidente della Onlus di Confcommercio Toscana Antonio Fanucchi, “sapere di cosa si tratta e imparare a riconoscerne i sintomi è molto importante: ecco perché la nostra Fondazione ha deciso di lanciare questa iniziativa sul territorio regionale, affiancando il già ottimo lavoro di informazione ai cittadini portato avanti dalla Regione Toscana e dalle aziende Usl locali”.

“Attraverso la Fondazione Confcommercio Toscana Onlus, nata nel 2007, la nostra associazione di categoria riesce a promuovere iniziative solidali e benefiche che, come questa sull’ictus, vanno a vantaggio di tutta la collettività, non solo del mondo imprenditoriale”, ha ricordato il direttore di Confcommercio Toscana Franco Marinoni.

In ognuno dei tre incontri si alterneranno al microfono alcuni esperti delle locali aziende sanitarie e delle centrali operative del 118, che spiegheranno anche le procedure di emergenza da attivare per aiutare una persona colpita da ictus in casa, al lavoro o per strada. I primi minuti sono infatti essenziali per evitare il peggio.

“Se la gestione della fase acuta della malattia può contare su una rete di supporti molto efficiente, la fase della riabilitazione dei malati e del sostegno alle famiglie è ancora da definire bene nelle linee guida e nei contenuti”, commenta il presidente dell’associazione A.L.I.Ce. Toscana Onlus Alessandro Viviani, partner dell’iniziativa. “Ed è proprio su questo fronte che è impegnata la nostra associazione, anche perché la problematica si fa sempre più urgente da risolvere”. Nei tre incontri Viviani presenterà le attività di sostegno a disposizione delle persone colpite da ictus invalidante e delle loro famiglie. Tra le testimonianze di eccellenza, quella del Coro degli Afasici di Firenze, del quale fanno parte persone alle quali l’ictus ha purtroppo compromesso la possibilità di parlare, ma non quella di cantare.

Saranno presenti alle tre giornate anche la presidente del Comitato regionale Inps per la Toscana Franca Petrà e il direttore Inps Toscana Marco Ghersevich, che sottolineeranno i costi sociali dell’ictus. Fra i testimonial il giornalista Stefano Aurighi, che sarà ospite dell’appuntamento fiorentino del 29 ottobre e racconterà la storia, per fortuna di felice esito, di sua moglie Ilaria, colpita da ictus nel 2014. A moderare i dibattiti saranno a Lucca i giornalisti Luca Cinotti (Il Tirreno) e Cristiano Consorti (La Nazione), ad Arezzo la responsabile della comunicazione dell’Azienda Usl Toscana Sud Est Marzia Sandroni ed infine a Firenze il direttore della Nazione

10/08/2019 14:58

Corti di Lunga Vita 2019

Al via la terza edizione del Concorso internazionale di Cortometraggi Corti di lunga vita.7

Le opere dovranno pervenire entro il 10 novembre 2019. Presidente di Giuria è il regista Paolo Virzì.

Per gli appassionati della settima arte, torna il Concorso internazionale di cortometraggi Corti di lunga vita, ideato e organizzato dall’associazione 50&Più con il suo Centro Studi.  Il Concorso ogni anno propone un tema nuovo per puntare i riflettori su una fascia della popolazione sempre più numerosa e in continua evoluzione che va dai 65 anni in poi.

Il tema di quest’anno è la vita stessa, o meglio “Tutta la vita”, un richiamo esplicito a uno dei brani più amati di Lucio Dalla.

La partecipazione ai Corti di lunga vita è aperta a tutti, senza vincoli di nazionalità, età o professione.  I cortometraggi dovranno essere inediti o editi, purché realizzati e/o trasmessi dopo il 1° agosto 2018. Inoltre, devono contenere chiari riferimenti all’invecchiamento o alle persone anziane. La scadenza per la partecipazione al concorso è fissata per il 10 novembre 2019. Il bando è reperibile sulle pagine del sito www.cortidilungavita.it dove, il 1° dicembre 2019, verranno pubblicati i titoli dei cortometraggi selezionati.

La premiazione si svolgerà nel mese di dicembre a Roma, alla presenza della prestigiosa Giuria tecnica presieduta dal registra Paolo Virzì.

Il tema che proponiamo quest’anno – spiega Gabriele Sampaolo, segretario generale 50&Più - è la vita vissuta fino in fondo. In tutte le sue fasi. Anche in età avanzata, nella terza o quarta età, c’è una ricchezza interiore, la possibilità di una vitalità, che, d’accordo con Virzì, abbiamo pensato andasse raccontata. C’è l’esperienza che si fa libertà e rende possibile vivere la vita con leggerezza, la stessa che Dalla ci trasmette nelle note e nel ritmo della sua canzone».

Il cortometraggio dovrà avere una durata massima di 7 minuti. Al vincitore andrà un premio di 2.000 euro, il secondo riceverà un premio di 1000 euro e 500 euro andranno al terzo classificato.

Per ricevere tutte le informazioni e inviare le opere, contattare il Centro Studi 50&Più, Via Luigi Masi, 7 – 00153 Roma - E-mail: cortidilungavita@50epiu.it, telefono: +39 06 - 5818626.
 

Infine, anche quest’anno il concorso propone il Premio 50&Più, sezione espressamente dedicata agli iscritti dell’Associazione e alle 50&Più provinciali: al cortometraggio primo classificato verrà assegnato un premio di 2.000 euro.

 

10/08/2019 14:51

Olimpiadi Estive 50&Più Marina di Pisticci


Se molte attività dell’uomo adulto sono il proseguimento “serio” dei giochi infantili, lo sport è l’attività giocosa per eccellenza, nonché elemento importantissimo per la salute e il benessere della persona, tanto più quando si va avanti con gli anni. Le gare delle Olimpiadi dei 50&Più vanno dalla marcia al nuoto, sport a cui tutti possono partecipare, e gare in cui anche i meno amanti della fatica possono competere con ogni altro avversario, come nel caso delle bocce e della freccette. 

Quest'anno si terranno al TI BLU VILLAGE CLUB di Marina di Pisticci, villaggio dotato di tutte le strutture adeguate  per il corretto svolgimento delle gare.

Per saperne di più clicca qui


Le Olimpiadi sono diventate in questi ultimi anni  una delle manifestazioni “di punta” dell’Associazione e tra le più frequentate e amate; da una parte la collocazione temporale nel mese di settembre consente di sfruttare un periodo ancora largamente estivo, dall’altro le Olimpiadi sono state occasione per finalizzare ad un obiettivo agonistico la pratica amatoriale di uno sport. In diverse province  si sono ormai organizzate squadre di concorrenti che preparano durante l’anno la presenza alle gare, animando in tal modo l’attesa e la partecipazione alla manifestazione.

Attenzione